ALLIEVI NEL MONDO

Rubrica dedicata ai nostri ex allievi dei quali siamo molto orgogliosi, senza la pretesa di intestarci il merito della loro riuscita.
Molti hanno cominciato da noi e hanno proseguito con le loro gambe verso altri traguardi scolastici, altri hanno trovato nella nostra scuola il ponte verso un immediato inserimento professionale.

Elena Ramponi

Il grande viaggio di Elena tra mixology, nuove culture e incontri speciali

Elena, dopo il percorso quadriennale nella nostra scuola di Accoglienza e Ospitalità, e dopo aver conseguito il diploma di maturità ha frequentato il corso biennale di Alta Formazione Professionale Managment Turistico. In questi due anni ha potuto valorizzare le proprie capacità ed acquisire varie competenze e conoscere strumenti per la gestione di hotel e vari servizi ricettivi, seguendo sia laboratori didattici che facendo vari periodi di formazione in azienda in tutta Italia.

Al termine del percorso Elena ha sentito l’esigenza di fare la sua prima esperienza individuale all’estero ed è partita per Londra con l’obbiettivo soprattutto di imparare bene la lingua, ma anche di conoscere una nuova cultura e avvicinarsi al mondo del lavoro nel Regno Unito. A Londra svolge vari lavori come cameriera, barista e bartender, ma nel frattempo segue anche un corso di inglese di livello B2. Dopo un anno e mezzo di permanenza nella capitale britannica decide di realizzare il suo sogno e partire per l’Australia.

“Sono stata spinta dal desiderio di viaggiare e scoprire un continente completamente diverso”dice Elena. “Quando sono arrivata a Sydney ho iniziato a svolgere dei lavoretti nell’ostello nel quale ero ospite in cambio dell’alloggio. Poi ho trovato lavoro in un coffee shop dove ho imparato le tecniche di latte art” ci racconta. Dopo i primi 5 mesi si trasferisce nella città di Perth, alla ricerca di una “Farm”che le permettesse di rinnovare il visto per poter rimanere in Australia anche l’anno successivo, a patto che svolgesse almeno tre mesi di lavoro in campo agricolo, trovando un’azienda la potesse impiegare nello smistamento e impacchettamento di frutta.

Negli ultimi mesi prima della scadenza del visto del primo anno, decide di intraprendere un Road Trip di 19000 km, percorrendo la West Coast fino ad arrivare a Darwin e successivamente percorrendo l’Outback, il deserto australiano, visitando luoghi di meravigliosi come “Uluru” ed il “Kata Tjuta”, proseguendo attraverso la Great Ocean Road con destinazione Melbourne. “La mia compagna in questo viaggio indimenticabile di 3 mesi, è stata una macchina 4×4 nel quale avevo costruito la mia casa” dice la nostra avventuriera.

Dopo una piccola pausa di qualche mese in Italia, Elena riparte dunque per l’Australia, con l’obbiettivo, questa volta, di conseguire il corso di EBS – European Bartender School -, che le avrebbe permesso di lavorare a tutti gli effetti come Bartender nei top Cocktail Bar. Terminato il corso, in effetti, trova immediatamente lavoro al “Papa Gede’s”, uno dei migliori e pluripremiati Cocktail Bar di Sydney, imparando moltissimo nell’ambito della mixologia. Sfortunatamente la durata del visto per il secondo anno in Australia ha velocemente termine e Elena si consola con dei lunghi viaggi in Tasmania, South Australia e con lo zaino in spalla per 3 mesi in Sud Asia e nello Sri Lanka.

Ci racconta con emozione: “Ho avuto modo di scoprire nuove culture, realtà e specialità gastronomiche; ho visitato i punti di maggior interesse ed anche luoghi più remoti pieni di storia come il Nord dello Sri Lanka, i “Killing Field” della Cambogia e il fiume Mekong dove ho potuto osservare i rarissimi esemplari di Delfini di fiume (al momento ne sono rimasti solo 80). E in Malesia ho anche intrapreso un percorso spirituale di 10 giorni in un Tempio, dove ho imparato la tecnica di Meditazione Vipassana.” Dopo aver varcato il confine della Malesia- Tahilandia a piedi, Elena si avvicina pian piano alla fine della sua avventura, prendendo un treno per Bangkok e rientrando poi in Italia.

Rimane solo qualche mese a casa prima di ripartire per Londra per continuare a fare esperienze come bartender, prima in un Members Club a Soho, dove segue molte masterclass su i vari prodotti e dove conosce molti esperti del settore, e poi in 2 cocktail bar all’interno del The Ned un hotel 5 stelle luxury nel city centre.

Da marzo dell’anno scorso Elena si trova nel suo paese, a Dimaro in Val di Sole, e gestisce lo “Sky Bar”, bar dell’hotel di famiglia, con il progetto di creare un novo concept basato sulle sue esperienze lavorative con menu e cocktail che richiamano il mondo dei viaggi. Elena ci lascia con un consiglio per tutti i giovani: “Non smettete mai di sognare e di imparare. Alimentate le vostre passioni e la vostra curiosità. E ricordate che viaggiare sarà il vostro miglior bagaglio di esperienze.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su