RESTART

Noi e il progetto RESTART

Dopo #iorestoacasa, è giunta l’ora di ricominciare e quest’anno l’abbiamo potuto fare davvero (ormai si può dire!), senza situazioni tipo lockdown o didattica a distanza!
Certo, le restrizioni non sono mancate ed anche la necessità di adattarci alle regole e vivere la scuola “giorno per giorno” sono diventate una sfida, talvolta faticosa e noiosa, ma necessaria! Abbiamo imparato una nuova parola: RESILIENZA. O, come ci è piaciuto di più definirla, la capacità di adattarci e resistere nelle difficoltà con tenacia e ottimismo verso il futuro. Come siamo giunti a questa consapevolezza? A piccoli passi, affidandoci a chi ci ha guidato dentro ad un progetto fatto di tanti “pezzi” diversi, chiamati moduli, che all’inizio sembravano slegati tra loro ma che, invece, poco a poco, sono diventati parte del nostro percorso: R.E.S.T.A.R.T, acronimo di Ricominciare-Educando-Sperimentando-Trovando Ascolto e Rispetto per Tutti, ha avuto l’obiettivo di fornirci nuovi strumenti e strategie per affrontare la ripartenza, prendendosi anche cura del nostro benessere emotivo e, di conseguenza, dell’ambiente umano in cui viviamo.

La nostra classe è stata coinvolta a più livelli in attività nelle quali noi eravamo al centro: prima col FormAttore Alessandro Arici che, attraverso “l’ascolto concreto” di esperienze di vita ci ha guidato nel dare forma al nostro personale progetto con l’obiettivo di realizzare, scrivere e interpretare alcune puntate di “Radio Fiemme torna a Scuola”.
Ci siamo calati, poi, nei panni di intervistatori, raccogliendo sei testimonianze di persone del territorio delle Valli del Noce che hanno raccontato le loro esperienze durante il lockdown del 2020: da tutti è emersa la capacità di riorganizzare le proprie vite e le proprie attività, facendo fronte alla pandemia con tenacia e determinazione, superando le difficoltà facendo rete con gli altri e contribuendo, anche con piccole azioni, al bene comune. Agli incontri è seguita una fase di rielaborazione e la coinvolgente realizzazione di video interviste che sono state diffuse in streaming sui canali social della scuola, in collaborazione col Centro studi per la Val di Sole come Associazione patrocinante e Nitida Immagine, col titolo “Ce l’hanno fatta: storie di resilienza”. Dobbiamo ringraziare, per questo, i delegati dell’Associazione Ristoratori sezioni Val di Sole e Val di Non, Matteo Zanella e Nicola Molignoni, l’imprenditore del settore turistico Alessandro Fantelli, la psicologa – psicoterapeuta, Dott.ssa Silvia Podetti, il direttore Unità operativa cure primarie – Val di Non, Val di Sole, Rotaliana e Paganella Dott.ssa Daniela Zanon, la referente associazione di volontariato Sofia Zanolli per Piano Giovani, che con le loro storie sono diventati protagonisti delle nostre interviste.
Infine, con la guida del Formatore Marco Linardi, abbiamo risvegliato la consapevolezza dell’impegno collettivo, valorizzando il ruolo dei delegati scolastici e dando vita ad una “consulta interscolastica” insieme agli altri istituti superiori della Val di Non, che dia voce agli studenti dentro e fuori la scuola.

Insomma, tanta roba! Non è stato sempre semplice, bisogna ammetterlo: mettersi in gioco, esporsi, ascoltare e guardarsi dentro è un gran lavoro e, a volte, ti sembra di non potercela fare! Ma, col senno di poi, è stato proprio questo il senso di tutto: andare oltre i timori e le pigrizie, riconoscere negli altri qualcosa di te e sentirsi più vicini, uscire timidamente dalla zona di comfort per avere più fiducia nel domani e coltivare i propri sogni. Abbiamo imparato che anche la resilienza richiede una certa preparazione e questo è stato il nostro allenamento!

N.D.R. Il Progetto R.E.S.T.A.R.T, al quale la nostra scuola ha aderito con entusiasmo, è un’iniziativa promossa e sostenuta da ENAIP e Fondazione Caritro con incontri rivolti sia agli studenti che ai docenti, quali soggetti usciti più provati dall’emergenza pandemica.

Allievi della classe 3AAC – Accoglienza e Ospitalità –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su