BRACEDEL

La soffice ciambella ricoperta di zucchero dal sapore delicato, tipica delle nostre valli

  • Questa dolce focaccia morbida, simbolo e augurio di prosperità, una volta veniva offerta in dono dagli sposi agli invitati alle nozze. Inoltre a Capodanno era, ed è ancora, usanza tipica di alcune valli trentine regalare al proprio figlioccio il “Bracedel” o “Brazedel”.
  • Il dolce deve il suo nome al fatto che nel portarlo in dono veniva infilato al braccio (“brac” in dialetto).

Ricetta

  • PREPARAZIONE: L’impasto degli ingredienti viene fatto lievitare per ben tre volte: la prima a temperatura ambiente e le rimanenti due in un locale abbastanza umido. La cottura avviene poi a forno per una decina di minuti

Ingredienti

1° impasto
  • 200 gr farina
  • 30 gr lievito
  • 150 gr latte
  • Impastare e lasciare da parte a far lievitare a temperatura ambiente.
2° impasto
  • 800 gr farina
  • 150 gr zucchero
  • 200 gr burro molto morbido (non fuso)
  • 4 tuorli
  • 2 uova intere
  • 20 gr sale
  • 200 gr latte
  • Un goccio di rum
  • 1 limoni e 1/2 arance (da grattare le scorze)

Preparazione

  • Fare una montagna con farina e zucchero e lasciare un buco in mezzo dove mettere il latte, le uova, i tuorli, la scorza dei limoni e delle arance e il rum. Impastare e, successivamente, unire al primo impasto. Quando la pasta è elastica, aggiungere il burro morbido. Mettere a lievitare in un luogo caldo-umido.
  • Dividere l’impasto in palline e dare a ciascuna   la forma della ciambella. Far lievitare ancora finché si gonfiano.
  • Spennellare con il tuorlo d’uovo e spolverare con granella di zucchero.
  • Far cuocere a 180° per 20 minuti 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su