ENOGASTROROSCOPO

ARIETE

L’ariete è un segno energico, impulsivo e passionale. Non a caso ha spesso un forte appetito e rischia di mangiare in modo disordinato. Preferisce le pietanze sostanziose, ama i cibi piccanti, i gusti forti, le proteine e i cibi di colore rosso.
L’Etna rosso DOC è decisamente il suo vino che eccelle per sentimento e intensità.

TORO
Amante delle mura domestiche e molto legato agli affetti familiari, il Toro prova amore per i piaceri della tavola, compresi la buona compagnia e le bevande. Predilige alimenti proteici o grassi e cibi genuini e tradizionali.

Il suo vino è Sforzato della Valtellina DOCG, vino che si apprezza con il tempo e che non delude mai.


GEMELLI

I Gemelli commettono l’errore di adattare la propria dieta alla vita frenetica che conducono, hanno poco tempo e voglia di cucinare e preferiscono arrivare dritti al sodo. Amano i tocchi esotici, esperimenti ed accostamenti insoliti di sapori e colori, prediligono le crudités, cibi leggeri e poco cotti. Il loro vino è un rosato Costa D’Amalfi DOC, vino sempre sorprendente.

CANCRO

Segno d’acqua e d’estate, il nativo del Cancro è un abile cuoco, un forte mangiatore, preferisce il delicato al piccante, non ama i gusti forti, preferisce la semplicità e i pasti non troppo elaborati. Il suo abbinamento è un Moscato giallo passito: un vino di grande equilibrio e complessità, imprevedibile ma dolce e capace di riservare grandi sorprese.

LEONE

Regale, solare, generoso, orgoglioso, sicuro di sé. Il cibo non è il suo chiodo fisso, eppure basta poco per accendere in lui un appetito da campione. Il Leone ha in sé il sole dell’estate, e chiede un vino mediterraneo: un Greco di Tufo dai riflessi dorati e dal profumo fruttato, distillato di estate e di personalità.

VERGINE

Attento ad ogni dettaglio, preciso, perfezionista. La Vergine predilige la qualità e l’attenzione alla propria salute. Può rinunciare ai peccati di gola in virtù di questo stile di vita. Non può non amare il Pinot Nero: le giuste attenzioni ne fanno sempre un vino perfetto, in ogni espressione.

BILANCIA

La necessità di armonia fa sì che difficilmente si abbandoni agli eccessi. Alterna una cucina succulenta a pasti leggeri e digeribili, una cucina tradizionale a una esotica e raffinata. Cosa di meglio, quindi, che un rosato? Armonia perfetta, equidistanza nei colori e nei sensi: una sensazione di benessere perfetta per questo segno.

SCORPIONE

Amante della tavola, può essere molto goloso, ma non rinuncia mai ai sapori sani e genuini della tradizione. Fascino, mistero, occulto sono per lui parole chiave, che si associano a un senso dell’umorismo sottile e tagliente. La scelta ideale per lui è un francese Sauternes: un bianco che come lui è un universo a parte e che comunica un fascino irresistibile.

SAGITTARIO
Ha il fuoco dentro. La voglia di scoprire, di viaggiare, di partire all’avventura sono i suoi tratti distintivi, così come l’essere sospeso tra istinto e razionalità. Fiducioso e impulsivo, si lascerà sedurre da un rosso caldo e sognante, sincero e mai scontato. Un Chianti Classico DOCG, rosso rubino intenso, profumato di frutti rossi maturi, fresco e rotondo.

CAPRICORNO

Il Capricorno predilige la concretezza a tavola. Nascendo all’inizio dell’inverno ed essendo lungimirante, è abituato a fare provviste e, quindi, opterà spesso e volentieri per piatti sani ma sostanziosi. Il suo vino è rosso, rossissimo: un Lagrein riserva dell’Alto Adige DOC, complesso, elegante, misterioso e corposo come lui.

ACQUARIO

I nati sotto questo segno sono in genere delle buone forchette, con gusti tradizionali e semplici, e sono commensali di piacevole compagnia. L’acquario è effervescenza, fiducia e colore, nel suo calice non possono mancare le bollicine, meglio se con un tocco di rosa. Un Franciacorta DOCG Rosé porta nel bicchiere i profumi e le sfumature dell’alba, e sembra fatto apposta per brindare all’inizio di una nuova era.


PESCI

I Pesci sono amanti della cucina tradizionale e posso rivelarsi degli ottimi cuochi. Sono molto golosi e spesso si abbandonano a eccessi alimentari e zuccherini. Apprezzano sia la qualità che la quantità, amano la fantasia, l’accuratezza dell’esecuzione e della presentazione. Nel bicchiere, come nella vita, cercano suggestioni, sensazioni. Un Passito di Pantelleria DOC è la scelta giusta: un vino che non delude mai.

Flavia Severino cl. 2 Accoglienza e Ospitalità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su